Cold running contro l’obesità?

Magazine

Il running è la tua passione e non vorresti fermarti mai: da oggi hai un nuovo ottimo motivo per non farlo. Il freddo non è un ostacolo ma un acceleratore dei tuoi obiettivi brucia-grassi: è stata scoperta infatti una sostanza nel sangue che attivata dal freddo aumenta il metabolismo e può combattere l’obesità tanto che potrebbe essere la base di nuovi farmaci contro la sindrome metabolica.

Perché freddo e attività fisica si rivelano così efficaci

La ricerca condotta negli Usa dal team di Chouchani dell’Istituto per la ricerca sul cancro Dana-Farber ha rivelato la presenza di una sostanza che si chiama succinato che permette di bruciare più calorie grazie all’attivazione del freddo. La sostanza viene rilasciata dal corpo umano nel cosiddetto tessuto adiposo bruno: è una sorta di interruttore bruciagrassi attivato dal freddo.
In realtà che il freddo fosse un alleato della forma fisica era un argomento già dibattuto e riconosciuto. in quanto il freddo aiuta a bruciare i grassi per un semplice meccanismo chiamato termoregolazione: quando battiamo i denti per il freddo il nostro organismo tende a bruciare più calorie al fine di raggiungere la temperatura adatta per sopportare il calo di temperatura. Al contrario, quando siamo al calduccio in casa, davanti al camino o in simbiosi con il termosifone, in una situazione che definiremmo rilassante e benefica, potremmo addirittura ingrassare, perché il caldo farebbe aumentare di peso: si tratta, insomma, di una situazione in cui bruciamo 5 volte di meno rispetto a quando tremiamo dal freddo.

Tremare di freddo? Anche no

Condividiamo l’affermazione nel titolo come la maggior parte di voi e siamo certi che le obiezioni a quella che sembra un’insolita terapia del freddo non possono che essere moltissime. Sembra innaturale ed, invece, ricerche, tra cui quella olandese del Maastricht University Medical Center, hanno evidenziato come i 18 gradi siano la temperatura perfetta per mantenersi in forma. La ricerca olandese ha dimostrato come, in particolare, esporre delle persone due ore al giorno per 6 settimane alla temperatura di 17° provochi diminuzione di peso. La soluzione alla obesità non è certo affrontare il gelo a braccia aperte ma queste evidenze scientifiche ci dicono che non è necessario arrendersi al freddo anzi un vero runner, non solo lo affronta, ma ne trae anche benefici.

Consigli per proteggersi durante la corsa al freddo

Dunque il freddo può essere una terapia contro l’accumulo di grasso ma questo non significa che sia consigliabile correre a -30 gradi. Oltre a valutare che la temperatura, seppur non mite, sia accettabile e non troppo proibitiva, vi sono delle precauzioni da adottare prima di infilare le scarpe da ginnastica sotto il freddo di febbraio.
• Riscaldarsi sempre prima di correre perché i muscoli esposti al freddo possono essere più vulnerabili ad infortuni.
• Coprire le vie aeree: basta uno scaldacollo che copra anche la bocca e il naso, in parte, per evitare di infiammare le muscose e raffreddarsi.
• Indossare un berretto in tessuto tecnico traspirante per coprire la testa.
• Indossare dei pants lunghi e anche dei guanti antifreddo, meglio in tessuto tecnico, altrimenti, in caso di attacco improvviso di running acuto, dei guanti di fortuna andranno bene ugualmente!

Posts by

Eliana Fortuna

Laureata in Scienze della Comunicazione, ha lavorato nel Marketing con specializzazione web. Approda alla comunicazione digitale, con il giornalismo. Attualmente content media editor per il blog/magazine del Forum e per il blog e i social di ANIF.

Leave a Comment

Back To Top

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull'uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta la nostra informativa cookie.