Correre al caldo d’estate: guida

Magazine

Essere runner è una filosofia di vita, il runner non va in vacanza e non smette di esserlo, un drogato di cose buone come l’adrenalina, la sensazione di leggerezza, la fatica che ti rende veloce e mette alla prova i tuoi limiti, la natura, l’aria aperta e in questa stagione, il sole. Fare sport all’aperto ossigena il corpo e i tessuti muscolari ma d’estate correre sotto il sole cocente tende ad essere uno stress più che uno sport rigenerante: nonostante ciò i runner saranno sempre attratti dalla corsa come una chimera luminescente con il vantaggio di tenersi in forma amando ciò che fanno senza dimenticare i benefici sulla salute. Per massimizzare questi benefici meglio seguire qualche consiglio per non rinunciare alla corsa anche d’estate, principalmente seguendo un’alimentazione corretta ed evitando colpi di calore che sovvertirebbero i benefici dell’attività fisica.

Suda e reintegra. Sudare è importante e necessario perchè termoregola il corpo quindi sotto il sole di luglio si suda di più per abbassare la temperatura corporea che tende a salire per l’eccesso di calore. Dunque non bisogna evitare di sudare ma reintegrare attraverso il

Magnesio. Questo minerale viene disperso con il sudore e con la contrazione dei muscoli, è molto importante perchè una sua carenza causa un senso di spossatezza e nervosismo essendo responsabile della trasmissione degli impulsi nervosi al cervello, in modo corretto.

Frutta, verdura e…cacao. Finalmente una buona notizia: non solo è raccomandabile un consumo di frutta e verdura ricche di vitamine e minerali ma via libera al cacao d’estate perchè aumenta il flusso di sangue al cervello e ai muscoli, in modo che migliora la prestazione muscolare e si avverte meno la fatica. La frutta e la verdura colorate inoltre contengono polifenoli che difendono dall’invecchiamento, proteggono il sistema immunitario, aumentano la resistenza e agevolano il dimegrimento.

Spezie. Sono delle sostanze che contengono gli stessi polifenoli in gran quantità.

Cardiofrequenzimetro. L’attività fisica svolta con temperature superiori ai 30° C accresce la temperatura corporea ed oltre a sudare di più aumenta anche la frequenza cardiaca rispetto alle condizioni usuali: è quindi necessario rallentare il ritmo per evitare che il battito salga troppo e allo stesso tempo è consigliabile dotarsi di un cardiofrequenzimetro per monitorare meglio i battiti.

Abbigliamento. E’ necessario indossare indumenti traspiranti e di colore chiaro in modo che non assorbano calore e magari dotarsi di un cappellino e di occhiali da sole con filtro UV.

Crema solare. Per le parti scoperte consigliabile anche una crema solare protettiva senza dimenticare di splamarla anche sul collo, dietro le ginocchia e sulle orecchie.

Meglio la natura. Se sei abituato a correre sulla strada o sull’asfalto meglio cambiare percorso e preferire un parco alberato, una villa botanica, insomma un posto dove la natura con i suoi alberi e il verde possa regalare soste di sollievo.

Tabella oraria. E’ ora di darsi un orario e rispettarlo perchè è meglio evitare le ore troppo calde del primo pomeriggio ad esempio o alle 12.00 di mattina quando potresti trasformarti in un assiderato che vaga in cerca di una fontana fresca!

 

 

 

 

Posts by

Eliana Fortuna

Laureata in Scienze della Comunicazione, ha lavorato nel Marketing con specializzazione web. Approda alla comunicazione digitale, con il giornalismo. Attualmente content media editor per il blog/magazine del Forum e per il blog e i social di ANIF.

Leave a Comment

Back To Top

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull'uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta la nostra informativa cookie.