Il superfood fa davvero bene o è solo marketing?

Magazine

Una moltitudine di supercibi che affermano di avere una miriade di benefici per la salute stanno esplodendo e stanno alterando le abitudini alimentari di molti di noi.
C’è una nuova ondata di frutta, verdura e cereali, soprannominati supercibi, che stanno vivendo un momento d’oro. Sono davvero utili per la tua salute?

Un pugno di antiossidanti

Alissa Rumsey, R.D., C.D.N., portavoce dell’Academy of Nutrition and Dietetics di New York City, ha dichiarato che i superfood, un termine coniato dai marketer, di solito hanno un alto contenuto di vitamine, sostanze nutritive e antiossidanti. Gli antiossidanti sono composti naturali presenti negli alimenti che proteggono dagli effetti dannosi dell’ossidazione e dell’infiammazione nei nostri corpi. Gli antiossidanti aiutano a liberarsi dei radicali liberi che si liberano nell’organismo quando avviene l’ossidazione.

Un famoso esperto dell’industria alimentare Phil Lempert, ha dichiarato che i consumatori dovrebbero essere cauti nei confronti dei supercibi: la parola” supercibi “si riferisce a molti prodotti che probabilmente non meritano tale designazione. Lempert ha consigliato ai consumatori di leggere le etichette dei prodotti e i siti Web dei produttori per scoprire perché l’articolo viene pubblicizzato come superfood. Ad esempio, l’etichetta potrebbe indicare che il prodotto è ricco di antiossidanti o contiene probiotici. Sembra che per i probiotici, il produttore può caricare lo yogurt con un milione di colture attive di batteri in fabbrica, ma ciò non significa che quando si consumano questi yogurt, le colture sono in realtà vive e in grado di darti qualsiasi beneficio. È più un’affermazione di marketing, che i produttori devono dimostrare al consumatore con i fatti, piuttosto che usarla solo come modo per convincere le persone ad acquistare.

La quinoa sorpassa pasta e riso

Anche la quinoa, un grano antico, sta guadagnando grande attenzione come superfood. Puoi saltarlo in padella e usarlo come contorno di una carne. Puoi preparare una ciotola di quinoa o un’insalata di quinoa, invece di farla con le verdure. Inoltre è più ricca di proteine e ha meno carboidrati rispetto alla pasta. Quindi molto spesso questi alimenti oltre alle proprietà nutritive devono la loro fama anche alla loro versatilità, funzionalità e velocità di cottura.
La quinoa fornisce otto grammi di proteine e cinque grammi di fibre per tazza. È anche una buona fonte di ferro, zinco, vitamina E e selenio, che aiuta a controllare il peso e ridurre il rischio di malattie cardiache e diabete.
L’amaranto, che è un chicco molto piccolo, sta anche iniziando ad attirare l’attenzione e può essere utilizzato anche in una padella o soffritto. È una buona fonte di proteine e aminoacidi essenziali, che sono i nutrienti essenziali alla base delle proteine nel nostro corpo ed è facile da cucinare.

I semi

Anche i semi di Chia e i semi di lino sono saliti sul carro dei supercibi. I semi di chia sono preziosi per i loro acidi grassi, gli omega-3. Se non mangi pesce che li contenga, due volte a settimana, i semi di chia sono un’ottima aggiunta. Sono più ricchi di fibre della canapa e di altri semi più piccoli e sono ottimi se usati per preparare i frullati.

Anche i semi di lino sono un’ulteriore fonte di buoni grassi, fibre e acidi grassi omega-3 e possono essere macinati nei prodotti da forno.

I semi di lino dovrebbero essere macinati. Mentre i semi di chia possono essere facilmente incorporati negli alimenti i semi di lino, se mangiati interi attraversano il sistema digerente ed escono non trasformati. Il seme di Chia viene digerito invece in modo diverso. Quando i semi di chia vengono mescolati in un liquido, in un frullato o nello stomaco nel tratto digestivo, formano un gel che viene facilmente assorbito.

Avocado e olio di cocco

L’ avocado sta rapidamente diventando il superfood più ricercato. Le persone fanno spuntini con gli avocado, lo vedi nei menu e nei panini ed è un’ottima fonte di grassi sani insieme ad una buona sostituzione della maionese, per l’assenza di grassi saturi.

Anche l’olio di cocco sta facendo molto rumore. L’olio di cocco è un antiossidante salutare per il cuore. L’olio di cocco può aiutare a rafforzare il tuo corpo contro virus e batteri che possono causare malattie. Può anche aumentare la funzione tiroidea e il controllo degli zuccheri nel sangue, favorire la digestione, ridurre il colesterolo e mantenere l’equilibrio del peso. L’olio funziona nei prodotti da forno e con le verdure e si abbina bene con verdure amare come il cavolo, oppure puoi usarlo come parte di un soffritto di cipolla o aglio o aggiungerlo alla farina d’avena.

Ritorno alla tradizione?

Quindi cosa puoi fare se vivi in una zona in cui molti di questi superfood non sono attualmente disponibili, o non puoi permetterti di pagare per comprare dei superfood che sono più costosi?

I benefici nutrizionali si ottengono anche mangiando qualsiasi varietà di frutta, verdura, uova, noci e yogurt. Gli alimenti ricchi di antiossidanti includono peperoni, bacche e qualsiasi cosa ricca di vitamina C, come arance, pompelmi e papaia; o ricco di vitamina A, come le carote.
Lo yogurt, che è ampiamente disponibile e poco costoso, è uno dei super alimenti più nutrienti, un’ottima fonte di calcio, grassi e proteine e ti sazia. Puoi aggiungere a questo della frutta, delle noci e ottenere un buon mini-pasto. In ogni caso il consiglio degli esperti è sempre lo stesso: bisogna prima assumere una grande varietà di frutta e verdura che già presentano degli antiossidanti e poi spostare l’asticella della qualità verso l’alto introducendo anche i superfood.
Assicurati di mangiare una varietà di cibi e di mangiare abbastanza frutta e verdura ogni giorno.
Praticamente tutto nel reparto produzione è un super alimento. I frutti di mare, come il pesce in genere, possono fornire molte proteine a un costo inferiore e con poche calorie, sono un supercibo. Altri ingredienti economici e nutritivi sono i cereali integrali che contengono molte sostanze nutritive e antiossidanti, che si tratti di quinoa, orzo, riso integrale o altri tipi di cereali integrali.

Posts by

Eliana Fortuna

Laureata in Scienze della Comunicazione, ha lavorato nel Marketing con specializzazione web. Approda alla comunicazione digitale, con il giornalismo. Attualmente content media editor per il blog/magazine del Forum e per il blog e i social di ANIF.

Leave a Comment

Back To Top

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull'uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta la nostra informativa cookie.