Nutella Biscuits o Baiocchi? Dipende dagli zuccheri

Magazine

Chiunque abbia frequentato un semplice supermercato nelle ultime 4 settimane non può non essersi accorto della presenza discreta dei nuovi Nutella Biscuits Ferrero, talmente discreta da tramutarsi quasi in assenza! Infatti, i biscotti Nutella sono entrati nella leggenda in sole 4 settimane proprio per la loro introvabilità: hanno subito conquistato il nostro palato pur essendo molto simili ad un analogo concorrente: i baiocchi del Mulino Bianco.

Ma saranno discreti anche ingredienti e apporto calorico? Al semplice assaggio i biscotti sono davvero soddisfacenti ma volendo dare un’occhiata alle tabelle nutrizionali non urlano di certo sobrietà. C’è da allarmarsi per il contenuto di zuccheri mentre un po’ meno per i grassi e le calorie che non sono superiori a quelle di biscotti analoghi.

Baiocchi vs Nutella: chi vince e chi perde nella guerra degli zuccheri

Se confrontati con i Baiochhi i utella Biscuits perdono la guerra della salute: entrambi i biscotti in realtà non sono dei semplici frollini da colazione in quanto il loro contenuto calorico è troppo elevato, soprattutto contengono un buon quantitativo di grassi (24,5 g di cui saturi 11,8 g) ma il dato da tenere sott’occhio è più quello dello zucchero.
Per quanto riguarda i Nutella Biscuits hanno 34,7 g di zucchero per 100 g: un solo biscotto in pratica contiene il 10% della quantità giornaliera di zucchero raccomandata dall’Oms, 50 grammi al giorno. Quindi attenzione all’effetto “uno tira l’altro” perché un solo biscotto contiene già l’equivalente di una zolletta di zucchero e vanno quindi consumati con parsimonia.
Per raggiungere lo stesso quantitativo di zucchero di 2 biscotti Nutella bisognerebbe mangiare 5 baiocchi ed inoltre i Ferrero contengono una minore quantità di nocciole rispetto a quella dei Baiocchi nonostante la maggiore quantità di crema.

Nutella Biscuits: chiamiamoli pasticcini

Il trucco non sta certo nel demonizzare questo o quel biscotto quanto nel sapere come e quando mangiarlo. Se ad esempio abbandoniamo le convenzioni di marketing e cominciamo ad usare le parole che meglio classificano un determinato prodotto alimentare, potremmo orientarci meglio nella scelta più salutare per i nostri pasti.

I Nutella Biscuits sono in effetti poco adatti alla colazione perché l’alto contenuto di zuccheri in un solo biscotto suggerisce di mangiarli saltuariamente come pasticcini o dessert. Insomma sono il classico sgarro alla dieta che non può diventare un’abitudine giornaliera come lo è la colazione.

Meglio i classici fiocchi d’avena o di riso per il primo pasto della giornata ma se vuoi concederti ogni tanto una pausa di dolcezza senza dimenticare di praticare una vita attiva e di seguire un programma di allenamento 2-3 volte alla settimana, potrai attingere alle tue scorte intelligenti di Nutella Biscuits!

Allenati con noi: scopri tutti gli abbonamenti

Posts by

Eliana Fortuna

Laureata in Scienze della Comunicazione, ha lavorato nel Marketing con specializzazione web. Approda alla comunicazione digitale, con il giornalismo. Attualmente content media editor per il blog/magazine del Forum e per il blog e i social di ANIF.

Leave a Comment

Back To Top

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta l’informativa cookie.