Yoga e nutrizione, il detox di primavera

Magazine

Quale miglior modo di prepararsi all’arrivo della primavera di una bella spinta alla nostra attività fisica? Il freddo man mano lo stiamo lasciando alle porte ed insieme a lui dovremmo lasciar andare le tossine e l’accumulo di peso che la stagione più sedentaria per eccellenza, l’inverno tende a regalarci! La primavera è il momento per il nostro corpo di rinascere, si passa dall’interiorità all’esteriorità, alla gioia e al divertimento all’aria aperta. Eppure il nostro corpo, abituato all’inverno e alle basse temperature non è pronto a questo cambiamento repentino, motivo per cui subentrano sonnolenza, malanni, affaticamento.

Cosa fare? Sicuramente l’attività fisica ci aiuta a riattivare le energie ed, in particolare, lo yoga in quanto è una disciplina che ricalca e adatta le sue asana al cambiamento delle stagioni. Lo yoga infatti discende dalla ayurveda, una filosofia orientale che si basa su mettere il corpo in comunione con la natura e adattarlo alle sue stagioni, tanto che le posizioni dello yoga, asana, prendono il nome da questa (pensa al “fior di loto”) e dagli animali (come la posizione del cane a testa in giù, per dirne una).

Ecco perché lo yoga, se abbinato anche ad una filosofia nutrizionale olistica che punta a farci raggiungere il nostro benessere è indicato proprio per riattivare le energie e prepararsi all’arrivo della primavera.

Perché disintossicarsi con lo yoga

In primavera la parola d’ordine è liberarci dalle tossine, disintossicazione, quelle che abbiamo accumulato durante l’inverno. Infatti a causa delle basse temperature siamo usciti poco e abbiamo preso pochissimo sole ma, non solo, abbiamo consumato meno frutta e verdura che d’inverno presentano una varietà più ristretta e il nostro metabolismo si è rallentato.

Sono tutte queste ragioni che ci hanno portato ad accumulare tossine.

Lo yoga grazie alla respirazione e alle sue tecniche ed esercizi che riequilibrano corpo e mente ci riconcilia con il cambiamento di stili di vita che stiamo per affrontare, tanto che prevede delle posizioni adatte alla prima parte della primavera, definita in gergo, Kapha e alcune alla seconda parte.

Nel prossimo articolo parleremo dello yoga della seconda fase di primavera

Quando predomina Kapha, la neve inizia a sciogliersi e, con lei, anche il nostro organismo comincia a sciogliere le tossine, ostruendo i canali corporei e facendo insorgere malanni quali mal di gola, raffreddore, muco e congestione. Ecco che è meglio praticare le posizioni tipiche dello yoga che aprono il torace. Qui ne sono spiegate alcune

Nutrizione

Anche la nutrizione ci aiuta a disintossicarci e a permettere al nostro organismo di depurarsi e riprendere le attività al 100% della carica. 3 Consigli utili.

  1. Cibi a foglia verde. Ci concentreremo su cibi come cavoli e spinaci, ha una potente azione disintossicante sul fegato.
  2. Carciofi. Depurarsi significa assumere cibi che aiutano il fegato, i reni, i polmoni e l’intestino a filtrare le tossine in eccesso. I carciofi ad esempio sono un ottimo alimento che, come la cicoria e i broccoli hanno un’azione drenante e ci depurano.
  3. Cervello e attività fisica. L’attività fisica fa bene in questa fase per due ragioni. Facendoci sudare ci fa espellere le tossine che tendono ad abbandonarci anche per la contemporanea diminuzione del peso. Lavorando su discipline come yoga o pilates “ripuliamo” anche il nostro cervello da da eccessivi accumuli di stress e tensioni ed in questo sono molto efficaci le tecniche rilassamento e respirazione profonda tipiche di queste due discipline.

Comincia subito a disintossicarti

Seguici per la seconda parte di Primavera e detox…

Posts by

Eliana Fortuna

Laureata in Scienze della Comunicazione, ha lavorato nel Marketing con specializzazione web. Approda alla comunicazione digitale, con il giornalismo. Attualmente content media editor per il blog/magazine del Forum e per il blog e i social di ANIF.

Leave a Comment

Back To Top

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull'uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta la nostra informativa cookie.