Acquafitness, un carico di endorfine

Magazine

Felice e in forma d’estate con l’acquafitness: non è il lieto fine di una favola moderna ma una routine molto semplice che puoi attivare anche tu. Serve una piscina, un trainer, una classe agguerrita e un sorriso, nient’altro per perdere peso, tonificare, drenare con i benefici della serotonina sull’umore. Lo sport in genere è il primo attivatore di endorfine, sostanze chimiche prodotte dal nostro cervello con un potente effetto analgesico, eccitante e di buonumore. L’attività fisica in acqua aumenta questa sensazione di benessere psicofisico che il nostro corpo e il nostro cervella produce a contatto con l’elemento che, per eccellenza, ci fa sentire più coccolati e al sicuro. Sono sensazioni ancestrali che ci rievocano il liquido amniotico in cui siamo immersi prima della nascita e che riattivano quelle speciali buone vibrazioni che proveremmo in una sorta di nursery, cocooning.

Non dimentichiamo inoltre che l’effetto del massaggio acquatico ha anche una funzione estetica: agisce contro la ritenzione idrica, leviga i tessuti, esercita una pressione che agisce sulla microcircolazione combattendo la pelle a buccia d’arancia.

Fare fitness in acqua è la scelta idonea per chi non vuole rinunciare al divertimento, a bruciare molte calorie e magari a godersi anche il vantaggio estivo di una piscina all’aperto. L’acquafitness stimola le endorfine e agisce sul buonumore in molti modi. Vediamo i principali.

Autostima

Lo sport ha un effetto benefico sull’umore in quanto stimola le endorfine facendo percepire meno la fatica, aiuta a raggiungere degli obiettivi, di forma fisica o di performance e genera una routine positiva. Queste ultime due situazioni in particolare lavorano sull’autostima che tende a crescere quando il meccanismo di rinforzo positivo fatica-risultati raggiunti comincia a funzionare. Se pensiamo, in particolare, che l’acquafitness è indicata per le persone obese, sia perchè si perde peso più facilmente grazie all’attrito con l’acqua, maggiorato rispetto all’aria, sia perchè non vengono sollecitate le articolazioni già interessate dall’aumento di peso, va da sè che il recupero dell’autostima assume un valore mirato e importante.

Anti-stress

L’acqua tende a rilassare e a far scaricare le preoccupazioni della giornata. In verità una ricerca ha dimostrato che il movimento ritmico e dolce dell’acqua unito ad una respirazione regolare aiuta ad allentare l’ansia, motivo per cui è indicata anche come terapia. L’idroterapia infatti spesso di rivolge a bambini con disabilità dello sviluppo: è in acqua che vengono svolte attività ricreative con la presenza dei genitori.

L’acquafitness è indicata per questi benefici rilassanti anche alle donne in gravidanza dove a percepirne gli effetti sono mamma e bambino. Inoltre è un valido analgesico per la sindrome premestruale!

Muscoli e articolazioni

Spesso il rinforzo muscolare che si ottiene in alcuni sport può arrivare a scapito di stress alle articolazioni. Nell’acquafitness le articolazioni non sono in alcun modo sollecitate e il peso del corpo quindi tende a non scaricarsi su di esse ma viene attutito dall’acqua.  Questo dà la possibilità di allenarsi in totale serenità coniugando anche uno sforzo aerobico a quello prettamente di resistenza. Gli effetti tonificanti sono amplificati dal massaggio acquatico che drena il muscolo mentre la colonna vertebrale non viene stressata.

Inoltre il lavoro salva-articolazioni ne fa uno sport adatto anche alla terza età che viene coinvolta in un’attività socializzante, a rilascio di endorfine e salutare: tre aspetti di grande impatto sulla loro qualità della vita.

 

Posts by

Eliana Fortuna

Laureata in Scienze della Comunicazione, ha lavorato nel Marketing con specializzazione web. Approda alla comunicazione digitale, con il giornalismo. Attualmente content media editor per il blog/magazine del Forum e per il blog e i social di ANIF.

Leave a Comment

Back To Top

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull'uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta la nostra informativa cookie.