L’importanza dell’attività fisica per i teenager

Magazine

Quanto e quale esercizio fare per il benessere dei nostri ragazzi

È un attimo che i bambini e i ragazzi diventano grandi e gli anni della loro infanzia e adolescenza passano che i genitori neanche se ne rendono completamente conto. Un tempo, questo, che scorre veloce ma che è decisivo per la crescita dei bambini e degli adolescenti e per permettergli di diventare ragazzi e ragazze pronti ad affrontare i cambiamenti dell’età. La crescita, infatti, non è solamente fisica e biologica (aumento di statura, cambiamento della voce, sviluppo cognitivo, eccetera), ma anche psicosociale. I bambini percepiscono i cambiamenti del proprio corpo e come questi interferiscono con la formazione della propria identità e del proprio carattere. L’attività fisica, l’esercizio e lo sport sono alleati fondamentali durante tutto questo percorso; scopriamo come i genitori possono aiutare i propri ragazzi ad approcciarsi correttamente al mondo dello sport.

Perché è importante l’attività fisica nei teenager

Si dice sempre che “lo sport fa bene”, ma sembra sempre che si tratti di un’indicazione generica, di un benessere vago. In realtà se è vero che lo sport e l’esercizio fisico fanno bene a tutte le età, lo è ancora di più nei teenager, ovvero quella fascia d’età molto delicata. Sia dal punto di vista fisico dove lo sviluppo è in corso di definizione ed è possibile intervenire subito migliorando la postura, aumentando il rafforzamento osseo e muscolare ed evitando di eccedere nel peso, ma anche e soprattutto perché si insegna ai ragazzi a prendersi cura del proprio corpo. Senza dimenticare, come anticipato, che nei teenager l’attività fisica è utilissima anche per modulare e gestire i cambiamenti psicologici legati alla consapevolezza di un corpo che cambia. L’esercizio fisico è decisivo e imprescindibile anche per quel che riguarda l’autostima, consentendo ai ragazzi e alle ragazze di divere al meglio tutte le dinamiche, spesso difficili e spiacevoli, del confronto con i coetanei, dei giudizi, delle difficoltà nello studio, eccetera. Inoltre c’è sempre da ricordare come l’attività fisica regolare e costante aiuti ad avere polmoni e cuore in perfetta salute e a ridurre tanti problemi di salute che possono presentarsi sia durante la crescita, ma anche a distanza di anni.

Quanto e quali attività fare

L’indicazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità è quella di praticare con regolarità almeno un’ora di attività fisica di intensità da moderata a vigorosa. Tra le attività consentite e utili per questo scopo ci sono il movimento libero, il ballo, i giochi con i coetanei, la ginnastica con la musica, il salto con la corda, la corsa sul posto, l’allenamento con lo step, i piegamenti, le flessioni e gli esercizi che si possono svolgere utilizzando gli oggetti presenti in casa. Ovviamente tutto va sempre svolto con gradualità e rispettando le preferenze e le necessità di ciascun ragazzo. Obbligare e forzare a fare sport non è mai sano e anzi spesso si rivela controproducente. Anche per questo poter contare su strutture e ambienti nei quali i teenager si ritrovano e, sotto la guida di istruttori esperti, favorire il loro approccio all’attività fisica, è molto importante sia per i ragazzi che per le loro famiglie.

Come educare le nuove generazioni

Spesso i genitori lamentano la scarsa volontà dei propri figli di fare attività fisica, additandoli magari anche come pigri e svogliati. Molto dipende dal modo in cui questa scelta viene loro proposta e può essere anche normale che inizialmente possa apparire come un impegno in più tra i tanti che, dopo scuola, devono sobbarcarsi. Il consiglio è innanzitutto quello di dare l’esempio. Genitori che fanno sport e che considerano l’attività fisica importante riescono in questo modo a comunicare più di tante parole. I bambini imparano con gli occhi e dalle abitudini della loro famiglia; se per i genitori è un peso anche scendere le scale e non prendere l’ascensore o accompagnare i ragazzi al centro sportivo è evidente che anche i ragazzi stesso respirino quest’aria di diffidenza.

Parallelamente il consiglio è quello di costruire una sana routine quotidiana nella vita dei ragazzi. Routine che preveda lo studio, ma anche il gioco, il riposo e attività di svago che, come l’uso del PC o della TV, se inserite con moderazione possono essere anche positive.

E poi la scelta di un centro sportivo adatto all’attività fisica dei teenager è l’ultimo step di questo percorso educativo. Il Junior Club di Villa York è l’ambiente ideale per i ragazzi e le ragazze di tutte le età perché permette di fare sport divertendosi, in totale sicurezza, stando a contatto con i coetanei e sviluppando anche per questo meravigliose dinamiche sociali. Il Junior Club di Villa Yotk è una realtà che alterna giochi, sport, attività fisica e laboratori e che permette ai teenager di crescere in maniera sana e forte, sempre con il sorriso sulle labbra e l’entusiasmo di tornare per vivere l’intensa emozione di altre sessioni di divertimento.

Entra anche tu a far parte dello Junior Club di Villa York: un programma fitness specifico per i ragazzi dai 12 ai 17 anni!

(2)

Leave a Comment

Back To Top

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta l’informativa cookie.